L’influenza quest’anno è tremenda, qui stiamo tutti male.
Colgo l’occasione di questo momento di lucidità per spolverare questo Tumblr, prima che qualcuno pensi che sia abbandonato.

Vi segnalo un paio di video che abbiamo realizzato, registrati a Monsano di Ancona l’8 gennaio 2012, nell’ambito della rassegna “A Monsano la Pasquella”.

In questo potete ascoltare lo storico gruppo delle tradizioni popolari Pitrió’ mmia eseguire la Castellana, antico brano della tradizione popolare, nel modo in cui veniva eseguita a Petriolo di Macerata.

In quest’altro (che è quello che potete vedere anche qui sopra) c’è un Saltarello al modo di Petriolo, quel saltarello che piaceva tanto a Roberto Leydi, sempre eseguito da Pitrió’ mmia, dove a cantare col gruppo ci sono anche io, che son Carlo Natali dell’Orastrana.

[cnat - orastrana.it]

Il video qui sopra, tra quelli che ho realizzato, è uno di quelli che mi rende più orgoglioso.
Documenta la mattinata del sei gennaio 2010, quando con mia moglie Katuscia andammo con il gruppo delle tradizioni popolari maceratesi Pitrió’ mmia per le strade di Montecarotto di Ancona nell’ambito della Rassegna nazionale della Pasquella (quella di Gastone Pietrucci).

La Pasquella si esegue durante l’Epifania ed è un canto rituale di questua dalle origini antichissime.
È molto diffuso, in forme più o meno diverse, nella tradizione popolare dell’italia centrale.
Quella che ascoltate nel video è la Pasquella tipica dell’entroterra del maceratese, nel cuore delle Marche, seguita da una sana saltarellata alla petriolese (quello di Petriolo MC è il più bello tra i saltarelli e non lo dico io, ma Roberto Leydi all’epoca sua).

Poi, se volete, c’è un articoletto che ho scritto ieri l’altro nel sito di Pitrió’ mmia, dove il decano del gruppo, Domenico Ciccioli, mi racconta brevemente com’era la tradizione della Pasquella prima della guerra, come è stata salvata e come si è trasformata poi.

[Carlo - orastrana.it]